REALIZZAZIONI
ReferenzeConcessionaria CailottoDeloitte ToucheSpitalKodak CarestreamCB Richard EllisFiliale Monte dei Paschi di SienaTorre S. VincenzoSopraTour ManhattanFerreroDeltatrePerfetti Van MelleSIA SBBTORRE UNIFIMMKPMGGAS SALESLandi Renzo SpaHidro TechGruppo ArgentaNuovo Comune di BolognaStand Orgatec 2008Metal Group S.p.AUnicreditFacsetUffici Methis MilanoBridgePointSpigraphGroupe CairConfcommercioSYDEMADieciEGLFiliale Monte dei Paschi di SienaTrading GroupNuovo polo scolastico CoredoAssicoopServizi Italia SPA
Unicredit
Milano - Italia
Cliente: Unicredit
Studio di Progettazione: Pringle Brandon di Londra
Località: Milano
Soluzioni di arredo: 3700 mq. di pareti vetrate a doppia lastra EvoPlus, 1000 mq. di pareti cieche EvoExeuctive, 2500 mq. di pareti attrezzate Evoexecutive e circa 400 porte EvoDoor

L’edificio fa parte di un complesso di tre torri collocate nel progetto di riqualificazione urbana “Porta Nuova” a ridosso di Corso Como e della Stazione Garibaldi, firmate dall’architetto argentino César Pelli e realizzate dal Gruppo Hines. I tre grattacieli sono disposti a semicerchio attorno alla piazza pedonale dedicata all’architetto Gae Aulenti, dove trovano spazio negozi, bar e ristoranti.
La torre Unicredit è l’edificio più imponente e con i suoi 231 metri di altezza (32 piani) si attesta come l’edificio più alto d’Italia. La guglia, alta 85 metri, rappresenta l’ elemento caratterizzante dell’intero progetto. La sua forma a spirale che tende ad assottigliarsi verso l’alto è una citazione della guglia maggiore del Duomo di Milano con la quale dialoga a distanza.
I tre edifici che compongono il complesso rappresentano un progetto di eccellenza in termini di ecosostenibilità e vantano la certificazione Leed Gold, bollino “verde” rilasciato dall’US Green Building Council che ha certificato per queste strutture la sensibile riduzione dei consumi energetici, la riduzione dell’utilizzo di acqua potabile ed il riutilizzo dell’acqua piovana, il quasi totale riciclo dei rifiuti da cantiere e l’utilizzo di materiali da costruzione di provenienza locale.
Lo studio dell’interior delle torri Unicredit, curato dagli architetti della Pringle Brandon di Londra, è stato pensato, studiato e realizzato per interpretare nuove esigenze e rispondere ad un nuovo modo di lavorare. Migliaia di dipendenti saranno accolti in moderni e luminosi open space, affiancati da uffici direzionali.
Grande importanza è stata destinata alle aree di uso comune  quali auditorium, meeting room, aree break, che occupano circa il 30% delle superfici totali, a cui si aggiungono ambienti aperti e totalmente trasparenti.
I nuovi spazi ufficio sono stati progettati per condividere esperienze e informazioni, facilitare la collaborazione e il networking ed eliminare le inefficienze derivanti dagli spostamenti tra i vari uffici.
Methis ha contribuito al progetto con la fornitura delle pareti divisorie ed attrezzate in 39 piani dislocati nei tre edifici.
In pochi mesi si sono prodotti ed installati 3700 mq. di pareti vetrate a doppia lastra, 1000 mq. di pareti cieche, 2500 mq. di pareti attrezzate e circa 400 porte, rispondendo efficacemente alle esigenze della committenza con flessibilità produttiva e grande capacità di coordinamento dei lavori di montaggio.
La trasparenza delle pareti vetrate a doppia lastra e l’essenzialità degli elementi costruttivi in alluminio hanno permesso di coniugare al design minimalista della parete alte prestazioni in termini di solidità strutturale, comfort acustico e sicurezza.
La privacy acustica all’interno degli uffici è stata ottenuta attraverso la progettazione integrata di pareti con elevate prestazioni in termini di fonoisolamento, porte acustiche, controsoffitti e setti acustici.
Dal punto di vista della sostenibilità ambientale, Methis ha partecipato alle procedure di certificazione LEED degli edifici fornendo tutti i conteggi di contribuzione relativi alle proprie pareti.
L’innovativo headquarter Unicredit è un progetto destinato ad essere apprezzato in tutto il mondo in quanto racchiude i valori di eccellenza e di qualità caratteristici del made in Italy.
L’aver contribuito alla realizzazione di questo progetto è per Methis motivo di orgoglio e rappresenta un’importante testimonianza del know how produttivo e gestionale che la nostra azienda è in grado di offrire al mondo dell’architettura, sia in Italia che sui mercati internazionali.